Martedì, 17 Aprile 2018 10:38

Sicurezza Stradale (Fonte: Polizia di Stato)

Scritto da

http://www.sunflower.edu.vn/?thesis-writing-help-uk
I giubbotti o le bretelle riflettenti devono essere indossati dai conducenti dei veicoli fermi sulla carreggiata, fuori dai centri abitati, di notte o in condizioni di scarsa visibilità.

E' obbligatorio indossarli quando si va a sistemare il triangolo dopo un guasto o se si scende dall'automobile ferma sulla corsia d'emergenza. L'obbligo, scattato dal 1 aprile 2004 (legge 27 febbraio 2004 numero 47) si estende anche ai passeggeri .Le caratteristiche tecniche dei giubbotti e delle bretelle retro-riflettenti ad alta visibilità sono state stabilite con decreto (pdf 9 kb), emanato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il 30 dicembre 2003. Il D.L. fissa le norme che stabiliscono l'omologazione di questi strumenti di sicurezza stradale. I fabbricanti devono produrre indumenti ad alta visibilità dotati di attestato di conformità, certificato da un organismo di controllo autorizzato. Per l'automobilista è comunque indifferente utilizzare giubbotti o bretelle e scegliere il colore, che può essere arancione, rosso o giallo; l'importante è che sull'etichetta sia riportato il marchio "CE" insieme a quello "UNI EN 471" (la sigla CE da sola potrebbe significare "China export"!). Attenzione dunque dove e da chi acquistate questi oggetti. Le sanzioni Per chi "dimenticasse" di indossare gli accessori, in caso di controlli delle forze dell'ordine, scatta una multa da un minimo di euro 41 ad un massimo di 169 euro e la detrazione di 2 punti dalla patente. Se l'infrazione è commessa dai passeggeri la sanzione viene applicata solo nella forma pecuniaria. Per conoscere quando e come indossare questi accessori suggeriamo la lettura di questa scheda (pdf 37 kb). Un consiglio: tenete il giubbotto nell'abitacolo della vettura e non nel bagagliaio in modo da poterlo indossare prima di scendere dall'automobile così da non commettere infrazione. 

Help Writing Analytical Essay Per i ciclisti 

enter La Legge 120 del 2010 che ha modificato numerosi articoli del Codice della Strada, ha introdotto l'obbligo per i conducenti di velocipedi di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità (art. 182 comma 9 bis del C.d.S.) , nei seguenti casi: - sempre quando circolano in galleria - fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere. Il mancato utilizzo del giubbotto o delle bretelle retroriflettenti nei casi previsti, comporta una sanzione da un minimo di euro 24 ad un massimo di euro 98.

Lunedì, 09 Gennaio 2017 11:18

Professione Immigrante 2016

Scritto da

Il Progetto Professione Immigrante giunge per l’anno 2016 alla settima edizione, confermandosi ancora una volta come pluriennale e concreta opportunità rivolta ai cittadini immigrati della provincia di Latina. L’attività progettuale si sviluppa attraverso diversi punti d’azione studiati per interagire tra loro in maniera organica, al fine di agevolare l’integrazione dei cittadini immigrati all’interno della società.

Martedì, 09 Febbraio 2016 10:01

S.S.I. Salute Sicurezza Integrazione

Scritto da

Il Progetto “S.S.I. (Salute Sicurezza e Integrazione)” che coinvolge i lavoratori indiani e gli imprenditori operanti soprattutto nel settore agricolo presenti nelle zone di Sabaudia, Terracina e dintorni. Questo progetto agisce in particolare nell’ambito della sicurezza e della sanità:suo scopo è quello di trasmettere le buone prassi per la prevenzione igienica, come lavarsi le mani o disinfettarsi una ferita, inoltre sarà dedicato ampio spazio alla sicurezza nei luoghi di lavoro, per la strada ed in generale nella condotta quotidiana, ovvero alle informazioni essenziali e alle azioni da compiere per prevenire infortuni nel settore agricolo

Martedì, 09 Febbraio 2016 09:26

Progetto P.I.A.

Scritto da

“P.I.A. Immigrazione – Prevenzione, Informazione e Ausilio”

Il progetto si rivolge soprattutto ai lavoratori indiani e agli imprenditori impegnati nel settore agricolo (agricoltura e allevamento) nelle zone di Latina, Sabaudia e Terracina, e punta principalmente a diffondere la mentalità propria della prevenzione, contribuendo anche a instaurare buone prassi nello stile di vita dei soggetti destinatari. Il progetto rientra in un piano di diffusione e scambio culturale e sociale di ampio respiro attuato dall’AIIL e si propone di avviare e consolidare una capillare campagna informativa riguardante temi come la regolarizzazione della permanenza in Italia, la sicurezza stradale e lavorativa, la prevenzione (soprattutto fra gli immigrati impiegati nel settore dell’agricoltura e della zootecnia).
Il progetto P.I.A. Immigrazione è cofinanziato dalla Regione Lazio - Assessorato alle politiche sociali e sport a valere sui fondi della L.R. 29/93.

Venerdì, 29 Gennaio 2016 00:00

PROGETTO L.I.S.A.

Scritto da

L’A.I.I.L. - Associazione per l’Integrazione degli Immigrati Latina, fondata nel 2006, da sempre è impegnata sia nell’integrazione dei cittadini immigrati e delle loro famiglie nel tessuto sociale e del lavoro attraverso la promozione di molteplici iniziative di varia natura, sia nello svolgere attività di intermediazione tra la popolazione, gli Enti e le Amministrazioni Pubbliche.

Martedì, 27 Novembre 2012 01:00

PIA Prevenzione

Scritto da

pia prevenzione informazione ausilio

Il progetto “P.I.A. Immigrazione – Prevenzione, Informazione e Ausilio”

Il progetto si rivolge soprattutto ai lavoratori indiani e agli imprenditori impegnati nel settore agricolo (agricoltura e allevamento) nelle zone di Latina, Sabaudia e Terracina, e punta principalmente a diffondere la mentalità propria della prevenzione, contribuendo anche a instaurare buone prassi nello stile di vita dei soggetti destinatari. Il progetto rientra in un piano di diffusione e scambio culturale e sociale di ampio respiro attuato dall’AIIL
e si propone di avviare e consolidare una capillare campagna informativa riguardante temi come la regolarizzazione della permanenza in Italia, la sicurezza stradale e lavorativa, la prevenzione (soprattutto fra gli immigrati impiegati nel settore dell’agricoltura e della zootecnia).
Il progetto P.I.A. Immigrazione è cofinanziato dalla Regione Lazio - Assessorato alle politiche sociali e sport a valere sui fondi della L.R. 29/93.

Gli sportelli: punti di orientamento e informazione

Gli sportelli rappresentano lo strumento principale attraverso il quale i cittadini immigrati potranno rivolgersi ai volontari impegnati nel progetto e usufruire dell’iniziativa.
Presso gli sportelli sarà possibile, innanzi tutto, ricevere assistenza amministrativa qualificata relativa alle procedure per la regolarizzazione della propria posizione in Italia; nel contempo, gli operatori, da anni esperti nell’assistenza frontale ai cittadini immigrati, svolgono anche un ruolo di assistenza dal punto di vista umano e orientativo, divenendo dei veri e propri punti di riferimento nella vita sociale del cittadino immigrato.
Gli sportelli forniranno poi il materiale informativo elaborato all’interno dell’iniziativa P.I.A. Immigrazione e distribuiranno il Kit prevenzione per la prevenzione del rischio stradale e della salute, appositamente pensato per il progetto.
Gli sportelli saranno dislocati in due città strategiche della provincia e ad alta presenza di comunità straniere, ossia Latina e Sabaudia.

Sfoglia l'opuscolo

Venerdì, 03 Aprile 2009 15:22

Donne Globali

Scritto da
Donne Globali

 

Il progetto “Donne globali. Sportello Colf e Badanti” ha coinvolto le lavoratrici impiegate nel settore dell'assistenza familiare presenti nella provincia di Latina e nella città di Formia. Il progetto ha interessato anche le famiglie italiane che hanno assunto o intendevano assumere tali lavoratrici, al fine di raggiungere concretamente i destinatari del progetto, per fornire assistenza amministrativa e renderli partecipi di un processo costruttivo di integrazione non soltanto lavorativa, ma anche sociale e culturale. Sebbene il progetto sia terminato, l'AIIL continua a fornire assistenza alle lavoratrici e alle famiglie mediante uno sportello informativo sito a Latina.

Sportello informativo sede Latina

via villafranca snc (angolo via Romagnoli c/o UIL Latina)
Orari: da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00

 

Donne Globali

 

Donne Globali

 Donne Globali  Donne Globali  Donne Globali